Communication & Brand Strategy

Giunto all’undicesima edizione, Magma - mostra di cinema breve ha visionato fino a oggi quasi 4.000 cortometraggi, provenienti da 70 paesi del mondo, totalizzando circa 12.000 presenze in sala e attestandosi come uno dei principali festival di corti in Italia.

Per Magma Festival ed Associazione Scarti, MCA ha progettato, coordinato e realizzato le linee strategiche di comunicazione per l'undicesima edizione.

È stato pertanto realizzato il restyling del marchio Magma e, di conseguenza, disegnata la nuova immagine di campagna, riadattandola ai diversi supporti di stampa e le esigenze dettate dalle linee strategiche.

Ai media tradizionali, è stata affiancata una massiccia attività strategica sul web, come il Digital PR e Social Networking, al fine di raggiungere un target di riferimento più ampio e attivo. È stato inoltre ideato e lanciato un concorso radiofonico costituito da dieci puntate nelle quali sono stati intervistati gli autori di MAGMA al fine di approfondire la Mostra e le peculiarità del genere breve.

MCA, nell’interesse del Team e in un’ottica di network e valorizzazioni delle menti indipendenti e di “qualità”, ha selezionato diversi partner che come Magma portano avanti la propria passione, contribuendo allo scambio virtuoso delle informazioni e dei contenuti della Mostra:

Radio Lab www.radiolab.it
affidando loro il ciclo di interviste/concorso;

Collater.al www.collater.al
blog indipendente che ha curato un editoriale dedicato alla manifestazione;

Tonnellate di Bullshit www.tonnellatedibullshit.com
collettivo di streetartist a cui è stata affidata la parte relativa alla guerriglia e poster art in esterna.

MCA da sempre attenta agli input creativi e culturali presenti nel territorio siciliano e laddove esiste un interesse “sincero” alla promozione culturale ed alle idee innovative sul territorio italiano, offre la propria esperienza a supporto di un evento di grande qualità ed ormai accreditato a livello internazionale.

Siamo convinti che soltanto con il supporto delle menti giovani, brillanti e propositive, si possa cambiare il paese, uscire dalla congiuntura storica nella quale ci troviamo e riemergere con le nostre migliori qualità.